La psicologia nel Trading Online 2020

Il contenimento delle emozioni e l’esercizio della disciplina sono fondamentali per fare soldi.Ci sono molte competenze richieste ai trader per avere successo nei mercati finanziari: la capacità di comprendere i fondamenti di un’azienda e la capacità di determinare la direzione dell’andamento di un titolo  ad esempio.

Ma nessuna di queste abilità tecniche è importante quanto la mentalità di un trader: la capacità di contenere le emozioni, pensare rapidamente ed esercitare la disciplina, ciò che potremmo chiamare psicologia nel trading .

Immagine Grafico Psicologia nel trading

La psicologia nel trading è estremamente importante, secondo noi il piu’ importante di tutto il Trading, come piu’ volte abbiamo scritto e puoi ascoltare anche nel nostro Video Corso Gratuito sulla Strategia Trading Forex Relax. I Trader spesso devono pensare in fretta e prendere decisioni rapide. Per raggiungere questo obiettivo, hanno bisogno di una certa presenza mentale. Inoltre, per estensione, hanno bisogno di disciplina, quindi resteranno fedeli ai piani di Trading precedentemente stabiliti  e sapranno quando realizzare profitti e perdite. Le emozioni semplicemente non possono interferire.

  • La psicologia del mercato si riferisce al sentimento prevalente dei partecipanti ai mercati finanziari in qualsiasi momento.
  • Il sentimento degli investitori può e spesso guida la performance del mercato in direzioni in contrasto con i fondamentali.
  • Comprendere ciò che motiva la paura e l’avidità può darti la disciplina e l’obiettività necessarie per essere un trader di successo e sfruttare le emozioni degli altri.

Che cos’è la psicologia nel trading?

La psicologia nel trading si riferisce alle emozioni e allo stato mentale che aiutano a dettare il successo o il fallimento nel trading online. La psicologia del trading rappresenta vari aspetti del carattere e dei comportamenti di un individuo che influenzano le azioni di trading. La psicologia del trading può essere molto piu’ importante di altri attributi come conoscenza, esperienza e abilità nel determinare il successo del trading.

La disciplina e l’assunzione di rischi sono due degli aspetti più critici della psicologia del trading, poiché l’implementazione di questi aspetti da parte di un trader è fondamentale per il successo del suo piano di trading. Mentre la paura e l’avidità sono le due emozioni più comunemente conosciute associate alla psicologia, altre emozioni che guidano il comportamento dei Trader sono la speranza e il rimpianto.

  • La psicologia nel trading è la componente emotiva del processo decisionale degli investitori che può aiutare a spiegare perché alcune decisioni appaiono più razionali di altre.
  • La psicologia nel Trading è caratterizzata principalmente dall’influenza dell’avidità e della paura.
  • L’avidità guida decisioni che sembrano accettare troppi rischi.
  • La paura guida le decisioni che sembrano evitare il rischio e generare un ritorno troppo scarso.

Controllare le emozioni nel trading come i giocatori di scacchi

controllo emozioni trading

Lo sentite ovunque, l’ho ripetuto spesso anche io, controllare le emozioni ed essere disciplinati nel trading sono aspetti essenziali per il successo. Ma in realtà nessuno ti dice come riuscire in queste sfide.

Ogni singolo trader vede il mercato in modo diverso perché influenzato dal proprio passato, dalla propria vita attuale, e le nostre percezioni sono uniche e personali. Capire queste cose su te stesso e sfruttare il loro effetto sul trading vi aiuterà a mantenere la vostra attività sul mercato priva di emotività. Ecco alcuni passi che faranno la differenza. È necessario adottare un approccio tecnico alle emozioni e alla disciplina, proprio come si adotta un approccio tecnico per l’analisi di un grafico finanziario.

Ma prima di entrare nei dettagli su come controllare le emozioni, è necessario comprendere alcuni principi fondamentali del perché alcune persone e traders riescono perfettamente nel controllo delle loro emozioni, mentre altri non lo fanno.

Tutta l’azione dei prezzi è direttamente dipendente dalle reazioni emotive dei diversi operatori sul mercato.Senza emozioni, il prezzo sarebbe una linea piatta. Ci sono molti gradi di ondate emotive, ondate di euforia e di avidità, ondate di panico e disperazione, che spingono i prezzi verso l’alto o verso il basso.

E sempre all’interno di quelle onde si aggirano coloro che hanno imparato a controllare le emozioni e sfruttano le debolezze di coloro che non hanno il controllo. Possiamo affermare che il successo nel mercato è una combinazione tra anticipare la mossa degli altri traders e determinare quando si deve partecipare o rimanere spettatori. Purtroppo, la maggior parte dei traders retail (noi) non si comporta in modo strategico come se stesse giocando a scacchi o con la complessità e i retroscena del bluff del poker, ma piuttosto come se fosse in un grande casinò e stesse giocando d’azzardo su una ruota della roulette.

Nel mondo del trading ci sono i maestri che hanno il controllo sulle proprie emozioni e poi ci sono i giocatori che comprano e vendono basandosi puramente sulle emozioni. Un trader professionista combina l’abilità di un giocatore di scacchi che anticipa le mosse di un avversario pianificando il proprio futuro in anticipo, e utilizza anche il bluff del giocatore di poker che non rivela la sua mano prima che lui stesso scelga di rivelarla.

Un giocatore invece segue il principio dell’azione – reazione, dando ascolto alle sue emozioni senza logica o premeditazione in quello che fa.

E ‘  importante capire che non si giunge ai mercati come una pagina vuota. Ma con la storia personale della propria vita, con tutto quello che ci è successo e, soprattutto, come abbiamo reagito a quello che è successo. Abbiamo convinzioni , abitudini e risposte emotive per ciascuna situazione che andremo ad affrontare sul mercato, risposte che si basano su esperienze passate relative al denaro.

Siamo pieni di punti di innesco e il mercato è l’ambiente ideale per dare via al fuoco. E lo farà.

Si capisce perciò che anche prima di aprire una posizione, le emozioni hanno già iniziato la loro influenza negativa, come si studiano i grafici, come si impara una nuova strategia ecc. Le emozioni governano le decisioni, interpretazioni, e reazioni. L’intero meccanismo delle emozioni comincia ad influenzare il tuo trading molto prima di inserire un ordine.

Mentre leggete questo articolo state basando la vostra opinione su ciò che è scritto? sulle reazioni emotive avute su quello che avete letto prima? come tali articoli hanno contribuito positivamente o negativamente sulla tua cultura finanziaria? vi hanno soddisfatto o deluso? cosa vi aspettate o sperate di trovare ora?

Naturalmente, ci sono vari gradi di traders calcolatori e traders giocatori. La maggior parte delle volte, maggiore è il capitale che un trader ha a disposizione, maggiore sarà la disciplina che avrà sviluppato.

Il gestore di un fondo istituzionale che scambia miliardi di euro, raggiunge probabilmente la massima espressione del controllo e della disciplina.

Il trader che ha solo un paio di centinaia o massimo, migliaia di euro per la propria attività, avrà probabilmente meno controllo emotivo.

Le statistiche mostrano infatti che più piccola è la base di partenza, e più diminuisce la consapevolezza nei confronti del rischio assunto.

Detto questo, ci sono piccoli traders retail come noi, là fuori sui mercati, che rimangono calmi, freschi, concentrati a cui non importa quello che sta succedendo in un dato momento. Un trader professionista che lavora per una grande azienda market maker può essere in negativo di un milione di euro, ma rimane in grado di prendere la giusta decisione e di aprire operazioni razionali a proprio vantaggio.

Come si fa a ottenere questo tipo di controllo?

Iniziamo un elenco di punti, che vogliono rappresentare una sorta di procedura per controllare le emozioni e aumentare la propria disciplina:

1.Sapere cosa si sta per fare prima di farlo.

Si dice che un bravo giocatore di scacchi riesce ad essere almeno 6 mosse avanti del suo avversario in ogni fase del gioco. Un trader identifica gli operatori che animano il mercato in quel determinato momento, determina il prossimo livello al quale i partecipanti acquisteranno, decide un prezzo specifico per l’ingresso, e dispone di una o più strategie di uscita. In altre parole: lui sa quello che sta per fare prima che apra l’operazione vera e propria e ha elaborato tutte le sue varie strategie per tutti i diversi scenari che possono capitare. Egli è pronto per tutte le situazioni.

2.Sviluppare il proprio stile di trading unico.

Troppo spesso i traders semplicemente seguono la folla. Invece si dovrebbe riuscire a sviluppare il proprio stile di trading. Uno stile di trading non è una strategia. Si tratta di un insieme di parametri o regole che, effettuate rigorosamente, riconoscendo e ignorando le anomalie che si verificano. Il tuo stile di trading dovrebbe ignorare espedienti, mode, e proclami che vengono costantemente promossi dai media.

Se si stabilisce un insieme di parametri per il tuo trading, ignorando la folla e la mentalità della maggior parte dei piccoli traders retail , si inizierà a stabilire un forte controllo emotivo sulle vostre decisioni di trading. Il trucco sta nello scrivere i parametri su un pezzo di carta e poi attenersi a tali regole. Le emozioni inducono ad ignorare le regole.

3. Ignorare i soldi.

Non fare trading per i soldi. Fai trading perché non riesci ad immaginare di fare qualche altra cosa. Perché senti che quella è la tua strada, perché senti di avere talento, fai trading perché è la professione più piacevole e gratificante che si possa fare. Le persone di grande successo, in qualsiasi lavoro e carriera, non fanno il loro lavoro solo per denaro, lo fanno perché amano quello che fanno e non possono immaginarsi in altra posizione. Il denaro è secondario ed semplicemente una piacevole conseguenza. Il denaro non è la motivazione finale, la realizzazione e l’autostima lo sono.

Con questo non voglio nascondermi dietro un dito, tutti noi siamo qui per guadagnare, il 90% delle persone fanno il proprio lavoro per racimolare qualche soldo, ma questo non deve essere il nostro unico scopo. Impariamo a godere dei benefici a contorno che questo lavoro può dare, se lo fate per soldi, vi stuferete. Può sembrarvi assurdo, o lontano da voi, ma è la realtà.

Comprensione della psicologia nel trading

La psicologia nel trading può essere associata ad alcune emozioni e comportamenti specifici che spesso sono catalizzatori del trading di mercato. Le caratteristiche principali del comportamento emotivo nei mercati attribuiscono la maggior parte del commercio emotivo all’avidità o alla paura.

L’avidità può essere pensata come un desiderio eccessivo di ricchezza, così eccessivo che a volte offusca razionalità e giudizio, e questa secondo noi e’ una delle caratteristiche peggiori che colpiscono quei trader che non hanno un piano di trading, oppure dopo 8-10 operazioni consecutive in profitto, osano sempre di piu’ pensando ormai di essere infallibili e andando ad assumersi rischi superiori alle loro possibilita’.

Avidita' Nel Trading Online

Pertanto questa caratterizzazione dell’investitore o del trading ispirato all’avidità presuppone che questa emozione porti spesso gli operatori verso una varietà di comportamenti. Ciò può includere la negoziazione di operazioni ad alto rischio, l’acquisto di azioni di una società o una tecnologia non testata solo perché sta aumentando rapidamente il prezzo o l’acquisto di azioni senza ricercare l’investimento sottostante. Per questo e’ importante la psicologia nel trading.

Inoltre, l’avidità può ispirare gli investitori a rimanere in operazioni redditizie più a lungo di quanto sia consigliabile nel tentativo di spremere profitti extra da esso o di assumere grandi posizioni speculative, appunto come scritto prima. L’avidita’ e’ molto presente nel Trading Online in generale, soprattutto quando i mercati sono fortemente rialzisti.

Basti andare a guardare cosa ha fatto il Bitcoin sino a Dicembre del 2018, dove ci sono persone che hanno acquistato sui massimi, presi dalla spinta emotiva e di avidita’, convinti di perdere quel treno che portava secondo loro verso la ricchezza, ed invece ha portato in tanti, forse in troppi, alla disperazione.

Al contrario, la paura induce gli operatori a chiudere prematuramente le posizioni o ad astenersi dall’assumere rischi a causa della preoccupazione per le grandi perdite. La paura è palpabile durante i mercati al ribasso ed è una potente emozione che può indurre commercianti e investitori ad agire irrazionalmente nella fretta di uscire dal mercato. La paura spesso si trasforma in panico, che in genere provoca svendite significative nel mercato con presenza di Panic Selling, cioe’ ci sono eccessi di vendite portati dal terrore che quel titolo possa crollare oltre il dovuto. Queste emozioni le puoi eliminare solo con un ottima psicologia nel trading.

Paura Nel Trading

Il rimpianto può indurre un trader a entrare in uno scambio dopo averlo inizialmente perso perché lo stock si è mosso troppo velocemente. Questa è una violazione della disciplina commerciale e spesso provoca perdite dirette dai prezzi dei titoli che stanno scendendo dai massimi.

Analisi tecnica e Psicologia nel Trading

La psicologia nel trading è spesso importante per gli analisti tecnici che fanno affidamento sulle tecniche di studio dei grafici per guidare le loro decisioni commerciali. Sebbene l’analisi tecnica e le tecniche di studio dei grafici possano essere utili per individuare le tendenze di opportunità di acquisto e vendita, richiede una comprensione e un’intuizione per i movimenti del mercato che derivano dalla psicologia del trading di un investitore.

Nell’analisi tecnica e’ fondamentale l’aspetto psicologico. Se non sei un Trader preparato e allenato, rischi purtroppo di fare delle analisi sbagliate, portate come scritto prima dai sentimenti di avidita’ o paura, che rischiano di farti prendere delle decisioni sbagliate. Quando fai trading devi operare come se fossi una macchina, senza sentimenti, consapevole che la tua strategia funziona nel lungo periodo e non farti prendere dallo sconforto per 3 operazioni perse o farti prendere dall’euforia per 4 operazioni vinte.

Capire la paura

Quando i trader ottengono cattive notizie su un determinato titolo o sul mercato generale, non è raro spaventarsi. Possono reagire in modo eccessivo e sentirsi obbligati a vendere le loro partecipazioni o astenersi dall’assumere qualsiasi rischio. Se lo fanno, possono evitare alcune perdite, ma possono anche perdere i guadagni.

I trader devono capire cos’è la paura: una reazione naturale a ciò che percepiscono come una minaccia, in questo caso al loro profitto o potenziale di guadagno. Quantificare la paura potrebbe aiutare, e gli operatori dovrebbero considerare di ponderare ciò di cui hanno paura e perché ne hanno paura.

Riflettendo sul problema in anticipo e sapendo come possono istintivamente reagire o percepire determinate cose, un trader può sperare di isolare e identificare quei sentimenti durante una sessione di trading , quindi provare a concentrarsi sul superamento della risposta emotiva. Naturalmente, questo non è facile e può richiedere pratica, ma è necessario per la salute del portafoglio di un investitore.

Ti e’ mai capitato di fare degli investimenti troppo elevati che quando sono in perdita ti fanno tremare le gambe? Bene, questo succede perche’ non hai fatto un buon piano di trading, perche’ non hai studiato bene lo strumento finanziario che stai usando e quindi non sai il suo potenziale rischio. Quando tu calcoli il rischio massimo che vuoi avere, di conseguenza userai una porzione di capitale che ti fa sentire tranquillo. 

Ti voglio fare un esempio pratico nel Forex:

Decidiamo di operare su EUR/USD. Se il nostro investimento e’ di 0,01 microlotti, ogni punto di spostamento dell’euro equivale a 10 centesimi. Quindi questo significa che 100 punti di spostamento sono circa 10 euro di possibile guadagno o perdita. Invece usare una size di 0.10 significa che lo stesso spostamento sono circa 100 euro di possibile guadagno o perdita.

Se tu hai un capitale di 200 euro e sai che questi movimenti sono abbastanza comuni, sai che non puoi operare con 0.10 quindi dovrai ridurre il tuo rischio a 0.01, perche’ come abbiamo scritto piu’ volte, vogliamo fare trading per farte un lavoro o una rendita a lungo termine, non un gioco o una scommessa.

Superare l’avidità

C’è un vecchio detto a Wall Street secondo cui “i maiali vengono macellati”. Questo adagio si riferisce agli investitori avidi che si aggrappano troppo a posizioni vincenti, cercando di ottenere l’ultimo tick o punto. L’avidità può essere devastante per i ritorni perché un commerciante corre sempre il rischio di essere sballottato o espulso da una posizione.

L’avidità non è facile da superare, ma se seguirai la nostra Strategia Tradign Forex Relax Gratuita e i nostri consigli, potrai farlo agevolmente.  Spesso si basa su un istinto per cercare di fare meglio, per cercare di ottenere solo un po ‘di più. Un trader dovrebbe imparare a riconoscere questo istinto e sviluppare un piano di trading basato su decisioni aziendali razionali, non su capricci emotivi o istinti potenzialmente dannosi, devi imparare a ragionare come se fossi una azienda, dove le perdite sono i tuoi costi e i guadagni sono i tuoi profitti.

Regole che aiutano la Psicologia nel Trading

Per mantenere sempre una giusta lucidita’ prima di sentire la crisi psicologica, i trader devono creare regole. Dovrebbero stabilire linee guida basate sulla loro  tolleranza al rischio rispetto a quando entreranno in uno scambio e ne usciranno – attraverso un obiettivo di profitto o  fermando la perdita – per togliere l’emozione dall’equazione. Inoltre, un operatore potrebbe decidere che, sulla scia di determinati sviluppi, come guadagni specifici positivi o negativi o notizie macroeconomiche, acquisterà o venderà un titolo.

Attivita' di trading

Gli operatori sarebbero anche saggi prendendo in considerazione la possibilità di fissare limiti all’importo che sono disposti a vincere o perdere in un giorno. Se l’obiettivo di profitto viene raggiunto, prendono i soldi e scappano, e se le perdite raggiungono un limite prestabilito, chiudono le piattaforme trading  e vanno a casa, impedendo ulteriori perdite e vivendo per fare trading un altro giorno.

Fare ricerca e revisione

Gli operatori dovrebbero imparare quanto più possibile sulla propria area di interesse, educare se stessi e, se possibile, andare a seminari di trading, ma soprattutto lavorare sulla propria psicologi . Inoltre, ha senso pianificare e dedicare  più tempo possibile al processo di ricerca. Ciò significa studiare grafici, verificare le notizie macroeconomiche del giorno che possono influenzare il titolo preso in considerazione in quel giorno per il proprio trading. La conoscenza può aiutare un trader a superare la paura, quindi è uno strumento utile.

Inoltre, è importante che i trader rimangano flessibili e considerino di tanto in tanto la sperimentazione di nuovi strumenti. Ad esempio, possono prendere in considerazione l’utilizzo di opzioni per mitigare il rischio o l’impostazione di stop loss in luoghi diversi. Uno dei modi migliori in cui un trader può imparare è sperimentando (entro limiti ragionevoli). Questa esperienza può anche aiutare a ridurre le influenze emotive.

Infine, gli operatori dovrebbero valutare periodicamente le loro prestazioni. Oltre a rivedere i rendimenti e le posizioni individuali, gli operatori dovrebbero riflettere su come si sono preparati per una sessione di trading, su come sono aggiornati sui mercati e su come stanno progredendo in termini di formazione continua, tra le altre cose. Questa valutazione periodica può aiutare un trader a correggere errori e cambiare cattive abitudini, che possono aiutare a migliorare i loro rendimenti complessivi.

Conclusioni

Mentre è importante che un trader sia in grado di leggere un bilancio o un grafico, esiste una componente di psicologia nel trading che non deve essere trascurata. Essere consapevoli di come la paura e l’avidità possano influire sul trading, esercitare disciplina, sviluppare regole di trading, sperimentare e rivedere periodicamente se stessi sono fondamentali per il successo di un trader, perche’ senza tutto questo, come continuiamo a dire, puoi avere anche la tecnica o strategia di trading migliore del mondo, ma nel lungo periodo sarai sempre perdente.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su reddit
Reddit
Condividi su tumblr
Tumblr
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Torna su