I principali tipi di grafici per trading 2020

Conoscere i vari tipi di grafici nel trading e' proprio la base del trading online. Se non hai questa conoscenza basilare non puoi pretendere di diventare un giorno profittevole come trader. Studia queste basi, fai un passo alla volta per diventare domani un buon trader
Principali grafici per il trading

Tutti coloro i quali intendono fare il proprio ingresso nel mondo del trading online, non possono fare a meno di conoscere i tipi di grafici per trading, perché solo in questo modo saranno in grado di leggere le informazioni che questi magnifici strumenti sono in grado di restituire. Di grafici ne esistono differenti tipologie, ma in linea generale sono tre quelli in cui in generale è facile imbattersi.

Grafici per Trading

  • Grafici a candela
  • Grafici a barre
  • Grafici a linee

Il grafico rappresenta visivamente l’andamento storico del prezzo di un titolo e si costruisce attraverso un piano cartesiano. L’asse delle ordinate indica il prezzo del titolo, l’asse delle ascisse il tempo. Prima di analizzare ognuno di essi risulta necessario fare una breve premessa: I grafici vanno letti secondo l’impostazione di un timeframe, ovvero di un determinato periodo di tempo. Questo serve per scandire l’andamento storico dell’asset. A seconda della strategia che si intende adottare, si possono impostare timeframe che vanno da un minuto ad anni.

Grafici a linee

Si tratta dei comuni grafici utilizzati un po’ in tutti i campi attraverso i quali è facile individuare l’andamento storico del prezzo dell’asset selezionato e quindi consente di studiare la tendenza nel tempo. I grafici a linee non consentono però analisi approfondite, infatti il grafico viene costruito unendo tutti i punti del prezzo di chiusura del titolo.

grafico linee

Grafico a Barre

Il grafico a barre è sicuramente uno strumento di maggiore analisi rispetto al grafico a linee perché consente di leggere sia il prezzo di apertura che di chiusura dell’asset per il timeframe selezionato, il punto di minimo e quello di massimo. Si costruisce con un barra verticale che indica l’ampiezza del prezzo di un certo time-frame. La parte superiore indica il prezzo massimo, quella inferiore il prezzo minimo, il prezzo di apertura è indicato alla sinistra della barra, mentre alla destra il prezzo di chiusura.

grafici barre

I grafici a barre offrono delle informazioni in più rispetto ai grafici a linea, ma i grafici a candela, grazie alla loro colorazione risultano essere più intuitivi

grafico barre

Grafici a candela

Non esistono grafici migliori per il trading, essi infatti consentono di conoscere oltre che i prezzi di apertura e chiusura, anche il valore minimo ed il valore massimo dell’asset, mentre i due colori differenti rendono intuitivo la comprensione dell’andamento del titolo. I grafici a candela giapponesi vengono anche chiamati con il termine inglese candlestick.

grafico candela

I grafici a candela si presentano come delle candele con un corpo centrale (real body) e due ombre (una superiore ed una inferiore), cioè la linea in verticale posta sopra e sotto il corpo. Le candele poi vengono colorate di verde e rosso, oppure di bianco e nero. Il verde ed il bianco indicano un trend positivo, quindi un prezzo di chiusura superiore rispetto al prezzo di apertura, il rosso ed il nero indicano invece un trend negativo, quindi un prezzo di chiusura inferiore al prezzo di apertura.

Conclusioni grafici per il trading

Conoscere i tipi di grafici per il trading e’ la base dello studio che ogni principiante dovrebbe fare per avvicinarsi al trading online. Sono le basi che ti permettono di capire il movimento dei prezzi, ma se non sai distinguere neanche un tipo di grafico da un altro allora non puoi pretendere di essere profittevole con il trading.

Inizia a studiare le basi e poi studia i vari mercati, la psicologia e infine una strategia.  Non avere mai fretta di iniziare ad investire, ti assicuro che per esperienza personale, la fretta non e’ una tua alleata negli investimenti. Quando vuoi provare le tue strategie inizia magari 1-2 mesi con un conto demo che ti permette di vedere i risultati.

Anche se sinceramente non ho mai amato i conti demo perche’ manca la parte piu’ importante che influenza un trader, la psicologia. Essendo dei soldi virtuali, non avrai paura di perderli e quindi i tuoi risultati potrebbero essere falsati. 

Condividi questo articolo con i tuoi amici sui Social, aiutaci a crescere.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su vk
Condividi su odnoklassniki
Condividi su tumblr
Condividi su stumbleupon
Condividi su pocket
Condividi su xing

Accedi subito Alla Strategia Relax

Accedi Gratis alla Strategia Forex Relax e Inizia a Studiare Subito. Registra la tua Email ed Entra nel Gruppo Gratuito

Lascia un commento

Torna su