Tecnologia Blockchain rete e nodi

Come funziona la Tecnologia Blockchain

La Tecnologia Blockchain è gestita da una rete peer-to-peer. La rete è una raccolta di nodi interconnessi tra loro. I nodi sono singoli computer che accettano input e svolgono una funzione su di essi e forniscono un output. La blockchain utilizza un tipo speciale di rete chiamato “rete peer-to-peer” che suddivide l’intero carico di lavoro tra i partecipanti, che sono tutti ugualmente privilegiati, chiamati “peer”. Non esiste più un server centrale, ora ci sono diversi peer distribuiti e decentralizzati.

tecnologia blockchain

Perché le persone usano la rete peer-to-peer?

Uno degli usi principali della rete peer-to-peer è la condivisione di file, chiamata anche torrenting. Se si desidera utilizzare un modello client-server per il download, di solito è estremamente lento e dipende interamente dall’integrità del server. Inoltre, come abbiamo detto, è soggetto a censura.

Tuttavia, in un sistema peer-to-peer, non esiste un’autorità centrale, e quindi se anche uno dei peer della rete esce dalla rete, hai ancora più peer da cui scaricare. Inoltre, non è soggetto agli standard idealistici di un sistema centrale, quindi non è soggetto a censura.

Se dovessimo confrontare i due:

Tecnologia Blockchain

Immagine per gentile concessione: Quora

La natura decentralizzata di un sistema peer-to-peer diventa critica mentre passiamo alla sezione successiva. Quanto è critico? Bene, la semplice (almeno sulla carta) idea di combinare questa rete peer-to-peer con un sistema di pagamento ha rivoluzionato completamente il settore finanziario dando vita alla criptovaluta.

L’uso di reti e nodi nella Tecnologia Blockchain

reti e nodi tecnologia blockchain

La struttura di rete peer-to-peer nella criptovaluta è strutturata secondo il meccanismo di consenso che stanno utilizzando. Per criptovaluta come Bitcoin ed Ethereum che utilizza un normale meccanismo di consenso per la Proof of work, tutti i nodi hanno lo stesso privilegio. L’idea è quella di creare una rete egualitaria. Ai nodi non vengono concessi privilegi speciali, tuttavia le loro funzioni e il grado di partecipazione possono differire. Non esiste un server / entità centralizzato, né esiste alcuna gerarchia. 

Queste criptovalute decentralizzate sono strutturate in questo modo per un semplice motivo, per rimanere fedeli alla loro filosofia. L’idea è quella di avere un sistema valutario, in cui ognuno è trattato alla pari e non esiste un organo di governo, che può determinare il valore della valuta in base a un capriccio. Questo è vero sia per Bitcoin che per Ethereum.

Ora, se non esiste un sistema centrale, come potrebbero tutti nel sistema sapere che è avvenuta una determinata transazione? La rete segue il protocollo di gossip. Pensa a come si diffonde il gossip. Supponiamo che Alice abbia inviato 3 ETH a Bob. I nodi più vicini a lei lo sapranno, e poi diranno ai nodi più vicini a loro, e poi lo diranno ai loro vicini, e questo continuerà a diffondersi fino a quando tutti lo sapranno. I nodi sono fondamentalmente i tuoi parenti ficcanaso e fastidiosi.

Quindi, cos’è un nodo nel contesto di Ethereum? Un nodo è semplicemente un computer che partecipa alla rete Ethereum. Questa partecipazione può essere in tre modi

  • Conservando una copia superficiale della blockchain nota anche come Light Client
  • Conservando una copia completa della blockchain nota anche come Nodo completo
  • Verificando le transazioni aka Mining

Tuttavia, il problema con questo design è che non è davvero così scalabile. Ecco perché molte criptovalute di nuova generazione adottano un meccanismo di consenso basato sui leader. In EOS , Cardano , Neo , ecc. I nodi eleggono nodi leader o “supernodi” che si occupano del consenso e dell’integrità generale della rete. Questi cryptos sono molto più veloci ma non sono i sistemi più decentralizzati.

Quindi, in un certo senso, i cryptos devono fare un compromesso tra velocità e decentralizzazione.

Chi utilizzerà la Tecnologia Blockchain?

Come infrastruttura Web, non è necessario conoscere la Tecnologia blockchain perché sia ​​utile nella tua vita.

Attualmente, la finanza offre i casi d’uso più forti per la tecnologia. Rimesse internazionali, per esempio. La Banca Mondiale stima che nel 2015 siano stati inviati oltre $ 430 miliardi di dollari in trasferimenti di denaro. E al momento c’è una forte domanda per gli sviluppatori di blockchain .

La tecnologia blockchain potenzialmente esclude l’intermediario per questo tipo di transazioni. Il personal computing è diventato accessibile al grande pubblico con l’invenzione della Graphical User Interface (GUI), che ha assunto la forma di un “desktop”. Allo stesso modo, la GUI più comune ideata per la blockchain sono le cosiddette applicazioni “wallet“, che le persone usano per acquistare  Bitcoin e conservarli insieme ad altre criptovalute.

Le transazioni online sono strettamente connesse ai processi di verifica dell’identità. È facile immaginare che le app di portafoglio si trasformeranno nei prossimi anni per includere altri tipi di gestione delle identità.

A cosa serve la Tecnologia Blockchain?

La Tecnologia blockchain offre agli utenti di Internet la possibilità di creare valore e autenticare le informazioni digitali. Quali nuove applicazioni aziendali ne deriveranno?

a cosa serve la tecnologia blockchain

# 1 Contratti intelligenti

La tecnologia di contabilità distribuita consente la codifica di contratti semplici che verranno eseguiti quando vengono soddisfatte determinate condizioni. Ethereum è un progetto blockchain open source creato appositamente per realizzare questa possibilità. Tuttavia, nelle sue fasi iniziali, Ethereum ha il potenziale per sfruttare l’utilità delle blockchain su una scala davvero rivoluzionaria.

Al livello attuale di sviluppo della tecnologia, i contratti intelligenti possono essere programmati per eseguire funzioni semplici. Ad esempio, un derivato potrebbe essere pagato quando uno strumento finanziario soddisfa un determinato benchmark, con l’uso della tecnologia blockchain e Bitcoin che consente di automatizzare il pagamento.

# 2 L’economia della condivisione

Con aziende come Uber e Airbnb fiorenti, l’economia della condivisione è già un comprovato successo. Attualmente, tuttavia, gli utenti che desiderano chiamare un servizio di ride-sharing devono fare affidamento su un intermediario come Uber. Abilitando i pagamenti peer-to-peer, la blockchain apre le porte all’interazione diretta tra le parti: risultati di un’economia di condivisione veramente decentralizzata.

Un primo esempio, OpenBazaar utilizza la blockchain per creare un eBay peer-to-peer. Scarica l’app sul tuo dispositivo informatico e puoi effettuare transazioni con i fornitori OpenBazzar senza pagare commissioni di transazione. L’etica “senza regole” del protocollo significa che la reputazione personale sarà ancora più importante per le interazioni commerciali di quanto non lo sia attualmente su eBay.

# 3 Crowdfunding

Iniziative di crowdfunding come Kickstarter e Gofundme stanno facendo progressi per l’economia emergente peer-to-peer. La popolarità di questi siti suggerisce che le persone vogliono avere voce in capitolo nello sviluppo del prodotto. Le blockchain portano questo interesse a un livello superiore, creando potenzialmente fondi di capitale di rischio di crowdfunding.

Nel 2016, uno di questi esperimenti, il DAO (Decentralized Autonomous Organization) con sede a Ethereum, ha raccolto $ 200 milioni di dollari in poco più di due mesi. I partecipanti hanno acquistato “token DAO” che hanno permesso loro di votare investimenti in capitale di rischio con contratto intelligente (il potere di voto era proporzionato al numero di DAO che detenevano). Una successiva modifica dei fondi del progetto ha dimostrato che il progetto è stato avviato senza la dovuta diligenza, con conseguenze disastrose. Indipendentemente da ciò, l’esperimento DAO suggerisce che la blockchain ha il potenziale per inaugurare “un nuovo paradigma di cooperazione economica”.

# 4 Governance

Rendendo i risultati completamente trasparenti e accessibili al pubblico, la tecnologia di database distribuito potrebbe portare la massima trasparenza alle elezioni o qualsiasi altro tipo di sondaggio. I contratti intelligenti basati su Ethereum aiutano ad automatizzare il processo.

L’app, Boardroom, consente il processo decisionale organizzativo sulla blockchain. In pratica, ciò significa che il governo societario diventa completamente trasparente e verificabile quando si gestiscono risorse digitali, azioni o informazioni.

# 5 Controllo della catena di approvvigionamento

I consumatori vogliono sempre più sapere che le affermazioni etiche che le aziende fanno riguardo ai loro prodotti sono reali. I registri distribuiti forniscono un modo semplice per certificare che le descrizioni delle cose che acquistiamo sono autentiche. La trasparenza arriva con un timestamp basato su blockchain di una data e una posizione – ad esempio su diamanti etici – che corrisponde a un numero di prodotto.

La Provenance con sede nel Regno Unito offre il controllo della catena di approvvigionamento per una vasta gamma di beni di consumo. Facendo uso della blockchain di Ethereum, un progetto pilota di Provenance garantisce che i pesci venduti nei ristoranti di sushi in Giappone siano stati raccolti in modo sostenibile dai suoi fornitori in Indonesia.

# 6 Archiviazione dei file

La decentralizzazione dell’archiviazione dei file su Internet offre chiari vantaggi. La distribuzione dei dati in tutta la rete protegge i file da attacchi di hacker o smarrimento.

InterPlanetary File System (IPFS) semplifica la concettualizzazione di come potrebbe funzionare un web distribuito. Simile al modo in cui BitTorrent sposta i dati su Internet, IPFS elimina la necessità di relazioni client-server centralizzate (ovvero, il web corrente). Un’internet composta da siti Web completamente decentralizzati ha il potenziale per accelerare i tempi di trasferimento e streaming dei file. Un tale miglioramento non è solo conveniente. È un aggiornamento necessario ai sistemi di consegna dei contenuti attualmente sovraccarichi del Web.

# 7 Mercati di previsione

Il crowdsourcing delle previsioni sulla probabilità dell’evento ha dimostrato di avere un alto grado di accuratezza. Le opinioni medie annullano i pregiudizi non esaminati che distorcono il giudizio. I mercati di previsione che pagano in base ai risultati degli eventi sono già attivi. Le blockchain sono una tecnologia di “saggezza della folla” che senza dubbio troverà altre applicazioni negli anni a venire.

L’applicazione di mercato di previsione Augur offre offerte condivise sull’esito di eventi del mondo reale. I partecipanti possono guadagnare denaro acquistando nella previsione corretta. Più azioni vengono acquistate nel risultato corretto, maggiore sarà il pagamento. Con un piccolo impegno di fondi (meno di un dollaro), chiunque può porre una domanda, creare un mercato basato su un risultato previsto e riscuotere la metà di tutte le commissioni di transazione generate dal mercato.

# 8 Protezione della proprietà intellettuale

Come è noto, le informazioni digitali possono essere riprodotte all’infinito e ampiamente distribuite grazie a Internet. Ciò ha dato agli utenti Web di tutto il mondo una miniera d’oro di contenuti gratuiti. Tuttavia, i detentori del copyright non sono stati così fortunati, perdendo il controllo della loro proprietà intellettuale e di conseguenza soffrendo finanziariamente. I contratti intelligenti possono proteggere il copyright e automatizzare la vendita di opere creative online, eliminando il rischio di copia e ridistribuzione dei file.

Mycelia usa la blockchain per creare un sistema di distribuzione musicale peer-to-peer. Fondata dalla cantautrice britannica Imogen Heap, Mycelia consente ai musicisti di vendere canzoni direttamente al pubblico, nonché campioni di licenza per i produttori e dividere le royalties per i cantautori e i musicisti – tutte queste funzioni sono automatizzate da contratti intelligenti. La capacità delle blockchain di emettere pagamenti in importi frazionari di criptovaluta (micropagamenti) suggerisce che questo caso d’uso per la blockchain ha una forte possibilità di successo.

# 9 Internet of Things (IoT)

Cos’è l’IoT? La gestione controllata dalla rete di alcuni tipi di dispositivi elettronici, ad esempio il monitoraggio della temperatura dell’aria in un deposito. I contratti intelligenti rendono possibile l’automazione della gestione dei sistemi remoti. Una combinazione di software, sensori e rete facilita lo scambio di dati tra oggetti e meccanismi. Il risultato aumenta l’efficienza del sistema e migliora il monitoraggio dei costi.

I maggiori attori del settore manifatturiero, della tecnologia e delle telecomunicazioni si contendono il dominio dell’IoT. Pensa a Samsung, IBM e AT&T. Una naturale estensione dell’infrastruttura esistente controllata da operatori storici, le applicazioni IoT andranno dalla gamma alla manutenzione predittiva di parti meccaniche fino all’analisi dei dati e alla gestione automatizzata su larga scala dei sistemi.

# 10 Microgrid di vicinato

Le tecnologie blockchain consentono l’acquisto e la vendita dell’energia rinnovabile generata dalle microgriglie di quartiere. Quando i pannelli solari producono energia in eccesso, i contratti intelligenti basati su Ethereum la ridistribuiscono automaticamente. Tipi simili di automazione dei contratti intelligenti avranno molte altre applicazioni in quanto l’IoT diventa realtà.

Con sede a Brooklyn, Consensys è una delle principali aziende a livello globale che sta sviluppando una gamma di applicazioni per Ethereum. Un progetto a cui stanno collaborando è Transactive Grid, che lavora con il gruppo di energia distribuito, LO3. Un progetto prototipo attualmente in corso utilizza i contratti intelligenti di Ethereum per automatizzare il monitoraggio e la ridistribuzione dell’energia della microgriglia. Questa cosiddetta “griglia intelligente” è un primo esempio di funzionalità IoT.

# 11 Gestione delle identità

Vi è una chiara necessità di una migliore gestione delle identità sul web. La capacità di verificare la tua identità è il fulcro delle transazioni finanziarie che avvengono online. Tuttavia, i rimedi per i rischi per la sicurezza associati al web commerce sono nella migliore delle ipotesi imperfetti. I registri distribuiti offrono metodi avanzati per dimostrare chi sei, insieme alla possibilità di digitalizzare documenti personali. Avere un’identità sicura sarà importante anche per le interazioni online, ad esempio nell’economia della condivisione. Una buona reputazione, dopo tutto, è la condizione più importante per condurre transazioni online.

Lo sviluppo di standard di identità digitale si sta rivelando un processo estremamente complesso. Sfide tecniche a parte, una soluzione di identità online universale richiede la cooperazione tra enti privati ​​e governo. Aggiungete a ciò la necessità di navigare nei sistemi legali in diversi paesi e il problema diventa esponenzialmente difficile. Un e-commerce su Internet si basa attualmente sul certificato SSL (il piccolo lucchetto verde) per transazioni sicure sul web. Netki è una startup che aspira a creare uno standard SSL per la blockchain. 

# 12 AML e KYC

L’antiriciclaggio (AML) e le verifiche dei tuoi clienti (KYC) hanno un forte potenziale di adattamento alla blockchain. Attualmente, gli istituti finanziari devono eseguire un processo in più fasi ad alta intensità di lavoro per ogni nuovo cliente. I costi KYC potrebbero essere ridotti attraverso la verifica da parte dei clienti tra istituzioni e allo stesso tempo aumentare l’efficacia del monitoraggio e dell’analisi.

Startup Polycoin ha una soluzione AML / KYC che prevede l’analisi delle transazioni. Le transazioni identificate come sospette vengono inoltrate ai responsabili della conformità. Un’altra startup, Tradle sta sviluppando un’applicazione chiamata Trust in Motion (TiM). Caratterizzato come “Instagram per KYC”, TiM consente ai clienti di acquisire un’istantanea dei documenti chiave (passaporto, bolletta, ecc.). Una volta verificati dalla banca, questi dati vengono archiviati crittograficamente sulla blockchain.

# 13 Gestione dei dati

Oggi, in cambio dei propri dati personali, le persone possono utilizzare gratuitamente le piattaforme di social media come Facebook. In futuro, gli utenti avranno la possibilità di gestire e vendere i dati generati dalla loro attività online. Poiché può essere facilmente distribuito in piccole quantità frazionarie, Bitcoin – o qualcosa del genere – molto probabilmente sarà la valuta che viene utilizzata per questo tipo di transazione.

Il progetto MIT Enigma comprende che la privacy degli utenti è il presupposto chiave per la creazione di un mercato di dati personali. Enigma utilizza tecniche di crittografia per consentire la suddivisione dei singoli set di dati tra nodi e allo stesso tempo eseguire calcoli in blocco sul gruppo di dati nel suo insieme. La frammentazione dei dati rende inoltre Enigma scalabile (diversamente dalle soluzioni blockchain in cui i dati vengono replicati su ogni nodo). Un lancio beta è promesso entro i prossimi sei mesi.

# 14 Registrazione del titolo di proprieta’

Come registri accessibili al pubblico, le blockchain possono rendere più efficiente ogni tipo di archiviazione. I titoli di proprietà ne sono un esempio. Tendono ad essere sensibili alle frodi, oltre a essere costosi e ad alta intensità di manodopera da amministrare.

Un certo numero di paesi sta intraprendendo progetti di catasto basati su blockchain. L’Honduras è stato il primo governo ad annunciare tale iniziativa nel 2015, sebbene lo stato attuale di quel progetto non sia chiaro. Quest’anno, la Repubblica di Georgia ha stretto un accordo con il Gruppo Bitfury per sviluppare un sistema blockchain per i titoli immobiliari. Secondo quanto riferito, Hernando de Soto, economista di alto profilo e difensore dei diritti di proprietà, fornirà consulenza sul progetto. Più di recente, la Svezia ha annunciato che stava sperimentando un’applicazione blockchain per titoli di proprietà.

# 15 Stock trading

Il potenziale per una maggiore efficienza nel regolamento delle azioni è un forte caso di utilizzo delle blockchain nel trading di azioni. Quando eseguite peer-to-peer, le conferme commerciali diventano quasi istantanee (invece di richiedere tre giorni per l’autorizzazione). Potenzialmente, ciò significa che gli intermediari – come la stanza di compensazione, i revisori dei conti e i custodi – vengono rimossi dal processo.

Numerose borse valori e merci stanno prototipando applicazioni blockchain per i servizi offerti, tra cui l’ASX (Australian Securities Exchange), la Deutsche Börse (borsa di Francoforte) e il JPX (Japan Exchange Group). Il più alto profilo perché riconosciuto come primo motore nell’area, è il Linq di Nasdaq, una piattaforma per il trading sul mercato privato (in genere tra startup pre-IPO e investitori). Una partnership con la catena tecnologica blockchain Chain, Linq ha annunciato il completamento del suo primo scambio azionario nel 2015. Più recentemente, Nasdaq ha annunciato lo sviluppo di un progetto di prova blockchain per il voto per procura sul mercato azionario estone.

Torna su